Notifiche a mezzo pec – Validità delle firme digitali cades e pades

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 8815 del 12 maggio 2020 , interviene nuovamente sull’ammissibilità delle firme digitali di tipo CAdES e PAdES, ribadendo che entrambe sono equivalenti ed ammesse, sia pure con le differenti estensioni “.p7m” e “.pdf” e, pertanto, e devono essere riconosciute valide ed efficaci.

LEGGI L’ORDINANZA

Precedente Validità della notifica in luogo diverso dalla residenza Successivo Corte di Cassazione - Ordinanza n.12052 del 22 giugno 2020