Tardivo il ricorso notificato con Pec dopo le 21 del del giorno di scadenza

La notificazione del ricorso per Cassazione, inviata dal difensore a mezzo Pec dopo le 21 del giorno di scadenza, deve considerarsi tardivo.

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 21915 del 21 settembre 2017 è giunta a tale conclusione.

Nel caso in esame il difensore notificava tramite PEC ricorso per cassazione avverso la decisione della Corte di Appello de L’Aquila, nell’ultimo giorno utile alle ore 23:47. Essendo stata l’attività notificatoria posta in essere dopo le ore 21.00, la stessa si perfeziona alle ore 7 del giorno successivo e quindi a termine per l’impugnazione irrimediabilmente decorso.

LEGGI LA SENTENZA

Precedente Nulla la notifica ad un indirizzo Pec della PA se non è inserito negli elenchi Successivo Corte di Cassazione, Sez. VI Civile - Ordinanza n. 28311 del 27 novembre 2017