Nulla la notifica effettuata alla vecchia residenza

E’ nulla la notifica della cartella effettuata alla vecchia residenza, anche se ritirata da un familiare che vi abita.

E’ quanto stabilito dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 5798 del 3 marzo 2020.

Nelle motivazioni si legge infatti che “Nè, comunque, potrebbe ritenersi sanata la notifica per effetto del suo perfezionamento tramite la consegna, presso la residenza anagrafica e domicilio fiscale non piu’ attuali del contribuente, ad un familiare di quest’ultimo, il padre. Infatti, “La notifica a mani di un familiare del destinatario, eseguita presso la residenza del primo, che sia diversa da quella del secondo, non determina l’operativita’ della presunzione di convivenza non meramente occasionale tra i due, con conseguente nullita’ della notificazione medesima, non sanata dalla conoscenza “aliuncle” che ne abbia il destinatario, ove non accompagnata dalla sua costituzione. “

 

LEGGI LA SENTENZA

 

Precedente Corte di Cassazione - Sentenza n. 5798 del 3 marzo 2020 Successivo Corte di Cassazione - Ordinanza n. 7159 del 13 marzo 2020