Irreperibilità relativa. Obbligatoria la lettera informativa, pena la nullità della notifica della cartella

Con una recente ordinanza la Cassazione ritorna sulla irreperibilità relativa in materia di notifica della cartella esattoriale.

Difatti i Giudici, con l’ordinanza n. 15902 del 26 giugno scorso, hanno stabilito che “è necessario ai fini del suo perfezionamento, che siano effettuati tutti gli adempimenti ivi prescritti, incluso l’inoltro al destinatario e l’effettiva ricezione della raccomandata informativa del deposito dell’atto presso la casa comunale, non essendo sufficiente la sola spedizione”. La richiamata raccomandata informativa (ex art. 140 c.p.c.) costituisce adempimento indefettibile per il perfezionamento della notificazione di atti tributari (ivi incluse le cartelle dell’Agente della Riscossione) a destinatari temporaneamente irreperibili.

In conclusione la notificazione è da ritenersi giuridicamente inesistente se non viene prodotto in giudizio l’avviso di ricevimento abbinato alla richiamata lettera informativa.

VISUALIZZA L’ORDINANZA

Precedente Notifica cartelle con Pec valida solo se certificabile la firma digitale Successivo CTP La Spezia, Sez. I - Sentenza n. 420 del 09 ottobre 2017