Gestione digitale delle notifiche di atti giudiziari e multe. L’intervento di Agcom

Avviate dall’Autorità per le Garanzia nelle Comunicazioni le procedure di consultazione sulle notifiche di multe e atti giudiziari da parte dei privati e delle le altre novità introdotte dalla legge sulla concorrenza (L. n. 124/2017).

La legge sulla concorrenza, che ha rappresentato un passaggio fondamentale per il completamento del processo di liberalizzazione dei servizi postali richiesto dall’UE, è nato con lo scopo di abolire qualunque forma di monopolio, di riserva e di diritti speciali nel settore postale e ad adottare tutte le misure necessarie alla completa apertura del mercato.

L’Agcom ha approvato un documento di consultazione riguardante la regolamentazione del rilascio delle licenze per le notificazioni attraverso il servizio postale, un settore liberalizzato a seguito di abolizione dell’esclusiva riconosciuta fino ad oggi solo a Poste Italiane.

In detto documento Agcom ha esposto le posizioni che intende seguire nella regolamentazione, come i requisiti e gli obblighi per gli operati, al fine di assicurare la massima correttezza nello svolgimento dell’attività.

Gli obblighi dovranno rispettare parametri attinenti alla sicurezza, alla qualità, alla continuità, alla disponibilità nonché alla esecuzione dei servizi medesimi. Mentre i requisiti riguardano l’affidabilità, la professionalità e l’onorabilità.

Le nuove licenze saranno rilasciate dal Ministero dello sviluppo economico.

LEGGI L’INTERVENTO DI AGCOM

 

 

Precedente Notifica atti - Dal 10 settembre cessa il monopolio di Poste Successivo Corte di Cassazione - Ordinanza n. 25040 del 23 ottobre 2017