Destinatario irreperibile. Necessario indicare le ricerche

Il procedimento notificatorio, con deposito del plico e affissione dell’avviso nell’ albo comunale, è da ritenersi corretto soltanto se l’agente notificatore attesti di aver effettuato le ricerche dal quale si evince l’irreperibilità assoluta del destinatario. In mancanza, l’intera procedura di notificazione deve ritenersi illegittima.

Con la Sentenza n. 6106/2017, difatti, la Ctr di Latina precisa che il presupposto per effettuare la notifica è proprio l’irreperibilità assoluta del destinatario, che deve essere attestata dal notificatore, unitamente alla descrizione dei vani tentativi di ricerca da lui effettuati.

Precedente Consiglio di Stato - Ordinanza n. 5891 del 13 dicembre 2017 Successivo Corte di Cassazione - Ordinanza n. 30139 del 14 dicembre 2017